Caput Acquae, dove c’erano le antiche terme.


La Via del Cappuccio anticamente era l’attuale vicolo del Panico, un piccolo budello privo di uscita che si prende da via Pellicceria.

Come racconta il Villani, in tutta la zona vi erano le antiche terme romane e un “grande plagio nomato terminae caput acquaie”, pertanto il nome della via non è altro chela storpiatura del nome latino Caput Acquae.

Questo stava ad indicare il punto di arrivo dell’acquedotto romano che, attraverso il torrente Marina, sulle pendici di monte Morello, scendeva verso Firenze passando per Calenzano, Rifredi (rio frigidus) e un tratto di via Vittorio Emanuele, dove l’acquedotto si orientava verso il Romito e proseguiva per la città.

Anticamente, dove oggi è via Valfonda, la strada che fiancheggiava gli archi dell’acquedotto romano veniva chiamata via Tra l’ Ancora e arrivava in via degli Avelli, proseguiva per via delle Belle Donne e concludeva il suo percorso centro di Florentia in quel Caput Acquae magistralmente costruito dai romani per alimentare le terme e le fontane della città.

Delle natiche terme romane non vi sono oggi resti visibili in superficie, in quanto furono distrutte prima dalle invasioni barbariche e poi dalle ricche famiglie fiorentine per costruire, come usanza del tempo, le loro case-torri. E nella zona del Ponte vecchio, via Por Santa Maria e Borgo Santi Apostoli, ne furono costruite molte.



Cosa aspetti prenota ora il tuo soggiorno a Firenze all'insegna della cultura, buon cibo e divertimento!


0 views0 comments

Recent Posts

See All
  • code logomodificato
  • Facebook
  • Instagram
Contacts

Via Ghibellina,105 - 50122 Firenze (FI), Italia

Phone +39 338 4056065

CoDe Srls
Sede Legale: Via Torino, 5 

84085 Mercato San Severino (SA), Italia
P.IVA e CF: 05617800650

© 2017 by CODE ROOMS.

Check availability

and book online

regalo1.png

Book on site:

4 ADVANTAGES

ONLY FOR YOU